METODO DI SEMINA CON DHI

METODO DI IMPIANTO DHI

A differenza del metodo FUE, la creazione di microcanali e l’impianto della radice vengono eseguiti contemporaneamente al metodo di impianto DHI, ovvero l’estrazione e il trapianto sono combinati come parte di un processo a due fasi, i follicoli piliferi prelevati direttamente dalle aree donatrici vengono innestati nell’area del trapianto senza la necessità di creare incisioni canalari. Questo approccio utilizza un’apparecchiatura nota come “impiantatore a penna choi”, che consiste in un ago cavo attaccato a un cilindro e un dispositivo di spinta.

Durante la semina DHI, la radice viene posizionata con molta attenzione all’interno dell’impiantatore per evitare danni. La radice viene posizionata e posizionata sulla punta dell’impianto prima di essere consegnata allo specialista. L’ago viene quindi inserito nel cuoio capelluto con un angolo preciso di 40 – 45 gradi. Durante la procedura sono necessari da 2 a 6 implanter e circa 15 o 16 aghi. Lo strumento contiene un set di aghi per l’inserimento delle radici. Naturalmente, il metodo DHI presenta vantaggi e svantaggi rispetto al metodo FUE.

VANTAGGI DELLA TECNICA DHI

  • Riducendo la durata delle radici fuori dal corpo, garantendo una piantagione solida e sicura.
  • Le radici piantate hanno un alto tasso di sopravvivenza.
  • Il sanguinamento diminuisce durante il trapianto.
  • Il recupero post-operatorio è rapido e consente al paziente di tornare prima alla normale routine.
  • Non è necessario radere l’area donatrice.

SVANTAGGI DELLA TECNICA DHI

  • Medici e operatori sanitari hanno bisogno di molta esperienza per specializzarsi nell’uso di questo metodo.
  • In generale, è una procedura più costosa rispetto ad altre tecniche di trapianto di capelli.
  • Questo metodo richiede più attenzione e precisione.
  • Questo metodo influisce sia sull’assorbimento che sulla semina e può danneggiare le radici. È necessaria una maggiore attenzione sensibilità per evitare che ciò accada.